Finora la lotta contro gli incendi si è basata su modelli tradizionali o teorici con scarsi risultati (Forest fires in Europa 2007). E’ necessaria una revisione dei metodi impiegati e la ricerca di nuove soluzioni.
Il progetto CypFire ha l’obiettivo di dimostrare che una fascia di cipressi a chioma orizzontale può prevenire, controllare e limitare i danni causati da incendi. Il progetto utilizza impianti costituiti con i progetti CypMed e MedCypre (Interreg IIIB MedOcc), dei quali l’IPP era Chef de File.
CypFire interessa 6 paesi dell’Espace MED (una U.O. per Portogallo, Spagna, Francia, Grecia, Malta e 3 U.O. per l’Italia) e 4 U.O. Associate (Tunisia, Israele, Turchia e Portogallo zona non MED).


Il progetto affronta 4 temi:
  • conoscenza dei metodi impiegati nel controllo degli incendi con analisi comparativa e critica;
  • stato dell’arte delle tecnologie innovative in corso di realizzazione per sostituire quelle attuali che hanno fornito scarsi risultati malgrado gli ingenti sforzi e sostegni finanziari;
  • gestione delle fasce di cipresso e studi sull’effetto di caratteri morfofisiologici del cipresso sull’infiammabilità,della riduzione della velocità del vento sulla progressione dell’incendio e della composizione della lettiera sull’innesco dell’incendio. Inoltre verrà affrontata la stima costi/benefici tra la gestione delle fasce di cipresso e le antiestetiche ed onerose cesse frangi-fuoco;
  • la strategia più opportuna per la diffusione dei risultati ottenuti.

La lingua ufficiale del progetto è il francese.